Maiori

Maiori

Le origini della città risalgono al periodo degli etruschi. Dal secondo dopoguerra Maiori ha registrato una notevole espansione urbanistica e vanta uno dei migliori tenori di vita della Campania. La cittadina è principalmente una località turistica e può contare, oltre ad una vista mirabile, anche sulla spiaggia più lunga di questo tratto di costa della penisola amalfitana.


Google Maps

LocalitÓ da visitare

Chiesa di San Giacomo

Chiesa di San Giacomo

La Chiesa è situata nell´omonima piazza sul lungomare, fu eretta nel XIII sec. e ospita una arciconfraternita unificando i resti delle antiche chiese di S. Giacomo Maggiore, S. Andrea e Santa Tecla.
Google Maps

Chiesa di San Rocco

Chiesa di San Rocco

La piccola Chiesa di San Rocco, eretta sui resti della precedente Chiesa di San Sebastiano, si trova in pieno centro di Maiori, a breve distanza dal Palazzo del Comune.
Google Maps

Chiesa di Santa Maria del Carmine

Chiesa di Santa Maria del Carmine

La chiesa di Santa Maria del Carmine si trova accanto alla Collegiata di Santa Maria a Mare.
Google Maps

Chiesa e Convento del Santo Rosario

Chiesa e Convento del Santo Rosario

Eretta e donata nel 1662 dal maiorese Leonardo Russo, fu chiusa a causa del terremoto 1980. Nota anche con il nome di chiesa di San Domenico.
Google Maps

Il Palazzo Mezzacapo

Il Palazzo Mezzacapo

Il Palazzo Mezzacapo oggi è la sede degli uffici del comune e si trova al centro del Corso Reginna, la via "centrale" di Maiori. Esso è testimone del fiorente passato della città, perché un tempo era la residenza del Marchese Mezzacapo.
Google Maps

Santuario di Santa Maria delle Grazie

Santuario di Santa Maria delle Grazie

E' stato distrutto dall'alluvione nel 1910 e successivamente ricostruito. Di particolare interesse sono il dipinto "La Visitazione" del XIV secolo e la fonte battesimale del XIII secolo. Anche il campanile e la facciata del secolo XVII sono degni di nota.
Google Maps